via Tommaso Campanella , 27 - 88900 Crotone (KR) - ITALY
3396953702 info@comsed.org

L’Associazione comsed (Cooperation of Medical Service and Development)

 

COMSED (Cooperation of Medical Service and Development)

Fondata a Crotone nel 1995, è un’Associazione Onlus  italiana scritta nell’Anagrafe Unica delle Onlus dell’Agenzia delle Entrate settore attività di cooperazione allo sviluppo e solidarietà internazionale , ai sensi del DLgs. n. 460/1997.
Opera prevalentemente nel settore socio-sanitario creando centri tecnici scientifici e sanitari, di formazione professionale e di sviluppo economico e sociale. Fornisce servizi per la salute attualmente a Galkaio Somalia.

L’idea che ha portato alla sua costituzione è nata dalla volontà di un medico somalo – cittadino italiano laureto in medicina e specializzato in ostetricia – ginecologia in Italia.

L’obiettivo principale è quello di portare aiuto alle popolazioni del continente africano con particolare attenzione al suo Paese con il quale ha sempre mantenuto i contatti  realizzando progetti miranti al miglioramento della salute, specialmente nel comparto materno-infantile con particolare attenzione alle le problematiche che affliggono principalmente donne e bambini.

 

   MISSIONI
  • La salute delle donne in gravidanza con particolare attenzione alle complicanze del parto;
    il 98% delle donne somale sono infibulate e quindi più esposte a tali problematiche.
  • La salute dei neonati e dei bambini.
  • La lotta alla pratica dell’infibulazione tramite l’informazione alle donne sulla possibilità di risolvere i problemi causati da questa terribile pratica.
  • L’educazione allo sviluppo.
  • Formazione lavoro.
  • Informazione e prevenzione relative all’HIV/ AIDS.

In Italia invece ha il ruolo fondamentale di informare e sensibilizzare sulle tematiche legate alle problematiche derivanti dalla pratica dell’infibulazione, in quanto a partire dal fenomeno migratorio i medici italiani si trovano ad affrontare difficoltà tecniche in campo ginecologico sopratutto nelle circostanze del parto,  cisti e fistole.

Grazie a Comsed è stato costruito l’Ospedale Galkayo Medica Center (G.M.C) con il sostengo di finanziatori  sia Pubblici che privati nel corso degli anni dal 1996 al 2002.

La struttura e gli impianti sono stati donati alla Fondazione G.M.F., mentre Comsed ha curato la gestione dell’Ospedale con l’aiuto di medici italiani e l’appoggio di varie Università Italiane.

Il costo iniziale per la costruzione dell’ospedale era di 600 milioni di vecchie lire, offerti in gran parte dal Dott. Giama ma anche da diversi privati italiani come una ditta di Modena che donò i pavimenti, l’ospedale di Piombino che donò un’ambulanza e delle culle termiche o ancora come la chiesa delle assemblee di Dio che ha destinato 60 milioni alla nascita del nuovo ospedale.

 

Dr Abdulcadir M. Giama ha deciso di tornare nel suo paese non per altruismo ma perché sente un debito verso la sua gente che sono in una condizione più disagiata e vivono in terribili torture dovute all’ignoranza, ai soprusi, ai tabù e alle violenze che permettiamo ogni giorno quando non agiamo e ci adagiamo.

  • Dr Giama oltre ad essere il padre fondatore della Comsed nata 1995 è anche:
  • Fondatore e direttore sanitario del Galkayo Medical Center (GMC) nato tra 1997 e 2002
  • Fondatore del Galkayo Medical Fondation (GMF) un’Organizzazione non governativa locale nata tra 1997 e 2001
  • Fondatore e presidente del Global Science University (GSU) nato 2013 centro di formazione medica annessa all’Ospedale.
  • Neoeletto nel 06/05/2016 come responsabile del Puntland Medical Association, a Garowe Puntland in Somalia.

Galkayo Medical Center

L’avvio di questo ospedale ha consentito ai medici di operare in una struttura sanitaria dignitosa e il monitoraggio ha permesso di stabilire che il 20% di questi sono stati effettuati su complicanze derivanti dalla pratica dell’infibulazione durante il parto.

Garantisce un servizio di emergenza ostetrica attivo 24 ore su 24

Nell’Ospedale GMC si prendono cura delle comunità gravemente svantaggiate colpite da conflitti armati cronici e povertà estrema, e degli sfollati interni nei  6 campi profughi con l’aiuto della Fondazione GMF, che gestisce un centro per la salute a Salama.

COMSED gestisce con i suoi volontari il Galkayo Medical Center,  ed oggi grazie agli interventi della Cooperazione Italiana allo Sviluppo e ai donors in particolare Unicef, Unefpa, Unhcr e somali emigrati, riesce a fornire un punto sanitario importantissimo per la zona.

Il paese fa parte della drammatica statistica del Terzo Mondo; ogni 8 secondi muore un bambino per infezione respiratoria,

ed ogni anno 12 milioni di bambini sotto i 5 anni perdono la vita a causa di malattie facilmente curabili quali broncopolmonite, diarrea, malaria, tubercolosi e tetano. Attualmente 2017 grazie al lavoro del Dott. Giama l’alto l’indice di mortalità di madri e bambini durante il parto ora è pari a zero.

Per quanto riguarda la terribile prativa dell’infibulazione nella prospettiva dei diritti umani la mutilazione genitale femminile viene considerata una sorta di schiavitù nei confronti delle donne  è sopratutto una manifestazione della violazione dei diritti umani in base al genere che ha lo scopo di controllare l´autonomia e la sessualità della donna, elementi comuni in tutte le società.

L’infibulazione, la più cruenta delle mutilazioni genitali femminili che consiste nell’asportazione della clitoride, delle piccole labbra, parte delle grandi labbra vaginali e nella cucitura della vulva – nella quale viene lasciato un piccolo foro per permettere la fuoriuscita dell’urina e del sangue mestruale: questa è una vera e proprio violenza contro le bambine e le donne.

Altre drammatiche conseguenze dell’FGM sono: (http://www.comsed.org/mutilazioni-genitali-femminili/)

le fistole uro-genitali (fistole-rettovaginale, fistola-uretrovaginale, fistola-vescicovaginale, fistola-retto evescicovaginale) e cisti dermoide della vulva, incontinenza urinaria, prolasso uterino, rettocele e cistocele ecc.

 


 

Curriculum

COMSED viene costituita alla fine del 1995 da gruppo di medici specialisti e professionisti (architetti e tecnici ospedalieri) coinvolti dal dott. Abdulcadir Mohamud Giama, medico somalo, cittadino italiano, che da anni perseguiva il desiderio di lavorare per migliorare la situazione nel continente africano con particolare attenzione al suo Paese di origine.

COMSED divenne lo strumento operativo che permise di realizzare progetti miranti al miglioramento della salute specialmente nel comparto materno-infantile (specializzazione in Italia del dott. Abdul ostetricia e ginecologia) nel Corno d’Africa con particolare attenzione alla Somalia .

COMSED opera prevalentemente nel settore socio-sanitario e formazione nei PVS.

Realizzazioni
Città  di Galkayo, Regione del Mudug, Stato del Puntland, Somalia
1995-1996 Progetto e realizzazione di un poliambulatorio;
1997-2002 Progetto e realizzazione di un’ospedale, il Galkayo Medical Center, con attività  prevalente rivolta al comparto materno-infanzia;
2002-2004 Ampliamento della struttura e la creazione di un nuovo reparto;
2004-2005 Inizio costruzione di un centro per la formazione a distanza di personale paramedico.

Formazione nei PVS
2000-2002 Galkayo, conclusi tre corsi di formazione professionale per l’empowerment delle donne realizzati in collaborazione con il GECPD;
2000-2006 Formazione di personale paramedico.

Gestioni continuative
1995-2005 Gestione ordinaria dell’ambulatorio e dell’ospedale di Galkayo;
2006 Gestione medica del Day hospital in Garacad.

Educazione allo sviluppo
2002-2004 Conferenze tenute in varie nazioni sul problema dell’FGM
In Italia, in varie località, sedi universitarie e scuole, a New York e a Nairobi presso ospedali, circoli culturali ecc.
A Nairobi nel 2003 Comsed organizza la conferenza internazionale dal titolo “Prevenzione e cura della mutilazione genitale femminile e violenze fisiche e psicofisiche nelle donne in Somalia” presieduta dal dott. Abdulcadir Mohamud Giama, con la partecipazione di: dott. Pat Johnson (EU); dott.ssa Mila Font (EU); Piero Emanuele Franceschetti (APS NGO italiana); dott. May Choong (UNHCR); dott. M. Abshir Waldo (RRC/COMSED).


 

Sede legale:

via Tommaso Campanella , 27 – 88900 Crotone (KR) – ITALY
tel. 3396953702
C.F./P.IVA: 02004950792

mail: info@comsed.org

 

Sede operativa Somalia:

“Galkayo Medical Center” – Galkayo – SOMALIA
tel/fax 00252 90 759514 – 00252 907 790099

mail:
comsed@gmail.com
amgiama@comsed.org